News

Events - Free time - Curiosity

Canyoning in Cala Gonone and surroundings

The first spring rains regenerate the Sardinian countryside and swell the many karst aquifers of central Sardinia. For canyoning lovers, an holiday in Cala Gonone offers many possibilities thanks to the presence of the streams that run through the narrow gorges between Supramonte and Ogliastra.
With this article we want to introduce some of these spectacular rivers, perfect for those who practice canyoning between March and May, and relax areas for those looking for natural pools in the warmer months.
Below the description of a limestone, a granitic and a basaltic canyon.


La storia

La storia

La lama aveva forma lievemente ricurva ed era lunga almeno 50 centimetri; veniva riposta in un fodero di pelle o, talvolta, ottone decorato che riprendeva gli stessi motivi del manico.

La sua produzione è dovuta principalmente all'artigiano dorgalese Giovanni Maria Bacchitta, che firmava le sue daghe con le iniziali JMB (Juan Maria Bacchitta) a riprova del suo legame con la Spagna ed in particolare con la città di Toledo.

Si presume che importasse da qui l'acciaio per la forgiatura delle sue lame con il noto "timbro del sole"; inoltre è noto che padroneggiava molto bene la lingua spagnola, in quanto era solito scrivere lettere indirizzate alle sue conoscenze nel paese iberico.

Le origini

Le origini

Nato a Dorgali intorno al 1816, aveva la sua bottega di fronte all'ormai demolita Chiesa del Rosario, luogo che viene spesso associato alla presenza spagnola in Sardegna. Questa fu costruita in seguito alla demolizione delle mura della juaria medioevale del paese, dove probabilmente trovarono riparo alcuni ebrei esiliati dalla Spagna con l'Editto di Torquemada.

Probabilmente furono proprio loro a tramandare ai locali la lavorazione dell'acciaio e delle armi tipiche dell'esercito spagnolo.
Juan, da abile cesellatore e costruttore di fucili, fu impiegato come artigiano addetto a qualche officina nella Guerra di Crimea, per via della sua età avanzata (37 anni).

Un curioso episodio lo lega al conte Alberto, fratello del generale Alfonso Lamarmora, che trovandosi nelle campagne di Dorgali per una battuta di caccia ebbe un alterco con un gruppo di pastori. Solo l'intervento provvidenziale di un passante, Gaspare Pira Taula, lo salvò da fine certa.

I due uomini divennero grandi amici ed il conte commissionò a Juan Maria una delle sue pregiate "leppas" per poi regalarla a Gaspare, in segno di riconoscenza.

La rinascita

La rinascita

Ivan Pira è un artigiano coltellinaio di Dorgali che ha restituito vitalità alla leppa dorgalese, raccogliendone l'eredità e i reperti storici; dal 2004 ha iniziato la riproduzione della leppa tipica dei tempi di Juan Maria.

Attraverso lo studio di materiali e tecniche apprese dall'osservazione di alcune daghe ormai secolari, è riuscito a ricreare fedeli riproduzioni di questo antico coltello dorgalese, "sa leppa de chintu", di cui si contano circa duecento esemplari a Dorgali.

La rarità di queste daghe è dovuta all'editto regio della fine dell'Ottocento che ne vietò l'uso, costringendo i proprietari a recarsi in caserma per mozzarne le lame; solo poche persone riuscirono a nasconderle e conservarle fino ad oggi.

Ivan si occupa anche della catalogazione delle leppas che lo ha portato alla scoperta di esemplari particolarissimi, aventi finiture in materiali preziosi come l'argento, soprattutto negli intarsi e nelle bordature.

Ivan, che proviene da una famiglia di artigiani (il nonno Ciriaco era allievo di Francesco Ciusa ed ha tramandato l'arte al padre Simeone), ha iniziato a lavorare in questo settore nel 1990 in un laboratorio orafo con i fratelli. Qui ha potuto apprendere le tecniche di lavorazione della filigrana e dei metalli preziosi.

È stata una delle sue passioni, la caccia, ad indirizzarlo verso la lavorazione dei coltelli, dato l'uso frequente che se ne fa in questa disciplina.
Mai soddisfatto dei modelli che si trovavano in commercio, per via della fattura troppo temprata o morbida e del taglio che dopo poco perdeva il filo, ha iniziato a costruirli per conto proprio creando la linea Coltelligioiello.

Quest'ultima lo contraddistingue perché accomuna l'arte orafa della filigrana, di cui Dorgali è nota in Sardegna per le sue botteghe, e la passione nel realizzare i coltelli tradizionali.

To better organize your canyoning day in Sardinia contact the excursion companies at this link

The Cala Gonone weather, mitigated by the seaproximity, is characterized by mild winters and warm dry summers.

As a result, also because of the shape of the area, it lends itself to various activities related to the sport, the main attraction that captures thousands of tourists each year, followed by crafts and local cuisine.

The characteristic wind of the area is the Mistral, which is manifested by irregular and variable winds gusts, conditioned by the gorges of the mountains in which is channeled and then reflected from the south-east.

Weather in Cala Gonone
Newsletter

Subscribe to the Newsletter


Stay tuned to discover new events and all the great offers in Dorgali and Cala Gonone

Credits e Ringraziamenti

The portal was created and developed with the intention to provide valuable support for those who decide to stay in Cala Gonone and Dorgali.
Realized by Impresa Digitale Soc. Coop. | Dorgali in Via Verdi 1c. P.IVA 01464570918 PEC This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Thank you Alessandro Spanu for rights of use of the photographic material

calagonone-holiday
calagonone-holiday

Aiutaci a far crescere il nostro network. Basta un like.

Rimarrai aggiornato su tutti gli eventi e le offerte disponibili a Cala Gonone